oggi ne mancano 189

auguri a tutti. ma proprio a tutti. non solo a quelle persone che ho nella lista whatsapp e in quella dei contatti. a tutti.
non ho vinto un concorso di bellezza, quindi non dirò che auguro "la pace nel mondo e che spero di rimanere me stesso", ma un augurio mi va di farlo: che ognuno possa vivere il natale per come lo desidera, al meglio della propria condizione. e magari da lì partire per progredire. che sia un punto di partenza per stare meglio, insomma.
non mi sembra poco, anzi.
ed è il bello degli auguri: si può sparare alto.

p.s. ieri ho finito di leggere "confessioni ultime" di mauro corona. vale la pena di impegnare un paio d'ore, anche se alcune frasi si sono gia sentite dire da corona in qualche altra sede, resta intatto il valore di un testamento che lo scrittore ci lascia.