tapascio.net

la corsa come stile di vita

1 aprile 2017
pozzuolo del friuli (ud)
km 9,1 in 42'02"

la coppa friuli.
manco da questa competizione da una vita. l'ultima volta l'ho corsa nelle fila della mitica goccia di carnia e sono passati molti anni.
ora sono di nuovo qui, per mettermi in gioco, per vedere se gli allenamenti hanno rimesso in piedi un fisico che negli ultimi decenni ha pensato solo a correre per km e km.
devo dire che esco soddisfatto da questa gara. mi ha dato dei punti da esaminare e valutare attentamente. il primo: mi diverte ancora correre. è sicuramente il più importante di tutti, quindi una prima risposta c'è.
poi ho visto che riesco a tenere ancora dei ritmi soddisfacenti (ovviamente per me…), seconda risposta ottenuta.
sono più calmo e disinvolto alla partenza. certo, l'età aiuta, anche se fino a pochissimo tempo fa, quando mi presentavo alla partenza di una maratona o di una mezza, dovevo sempre tenere d'occhio dove si trovassero i bagni chimici.
arrivato quindi un altro segnale. certo, con un allenamento mirato e specifico per la distanza e per l'andatura, avrei potuto dare di più, ma già così è andata bene.
la gara. volevo fare il competitivo, partire subito a pieni giri e vedere se arrivavo in fondo. ma gli anni non sono trascorsi invano. quindi ho stretto un patto di reciproco aiuto con un altro atleta e ho condotto i ritmi per poter poi fare una media intorno a quella che è venuta fuori. primo km di assaggio, anche se ho subito portato il ritmo al punto giusto. si corre e si fa sul serio. finiamo il primo giro del percorso, diverso dal secondo e terzo, e iniziamo con il secondo giro, a studiare i punti dove potremmo trovare delle criticità. a parte una salita (fatta 3 volte) e una strettoia (fatta 2 volte) il percorso risulta abbastanza agevole, ben disegnato e scorrevole. basta dare benzina al motore e non ci sono problemi. sono stato attento a non finire fuori giri ed ho portato un ritmo come solo uno svizzero può fare. mentre corriamo, mi accorgo che la condotta è quella giusta perché dalla metà in poi della gara, non veniamo superati da nessuno, mentre invece qualche atleta lo sorpassiamo noi.
come da accordi, finisco insieme andrea a braccia alzate e ci/mi godo un attimo l'atmosfera.
mi riprendo un attimo e poi vado ad incitare i vari atleti che finiscono la loro fatica, aumentando un pò il volume della voce quando chi arrivava era una mia conoscenza.
in conclusione, cosa mi è piaciuto di più oggi:
- l'incitamento della mia coach micaela;
- l'ottima organizzazione del niù team;
- l'aria che si respirava;
- i soliti discorsi fra atleti (quante cazz..e ci diciamo prima di una gara per non scoprire tutte le nostre carte, abbiamo più malanni noi che un intero nosocomio…);
- l'essere arrivato con il sorriso.
cosa non mi è piaciuto:
- aver sbagliato strada per arrivare a pozzuolo (francesca…. mai più col navigatore!);
- non aver avuto la freschezza di aumentare un pò ai tre/quarti di gara;
- non aver vinto :-)
- non aver fatto coppa friuli per oltre 25 anni.



voti:
parcheggio: 8
percorso: 8
ristori: 7

Stacks Image 16

Stacks Image 18